Associazione Radici nel Tempo

Arte Cultura Storia e Tradizioni



×


Accesso Autori






SAN PANTALEONE MEDICO E MARTIRE

Rinaldo Commodaro

Trattasi di un poemetto con cui il Commodaro - come spiega Mons. Ciliberti nella sua presentazione - «con poetica ispirazione ed ottava elegante, ha voluto rendere omaggio al Santo di Nicomedia, al quale è legato da af­fettuosa e devota amicizia fin dall'infanzia. Tale poemetto sacro è maturato gradualmente, come frutto prelibato sull'albero della fede dell'Autore, il quale, se pur con modestia e riservatezza, fa intuire che lo stesso Santo è stato ed è ancora suo fedele compagno di viaggio nella vita e che lo desidera come defensor et custos, anche nel prosieguo dell'itinerario verso Dio».
Ma è lo stesso Autore a rivelare, più diffusamente, la genesi e l'occasione immediata della sua decisione, quando afferma, all'esordio:

2 Già da tempo l’idea vaga nutrivo
sì di onorarlo per mera mia elezione,
ma quella prese men confuso abbrivo
allor che ben gradita donazione
l’onorevole Froio, redivivo,
mi faceva della pubblicazione,
ad opera del Muzzi e del Sannìa
sul Santo Protettor, con acribia[1].
3 Si rafforzò il desìre e prese forma
più nitida e concreta allor che Achille,
amico mio d’infanzia, ben mi informa
delle sue traversie, che a cento e a mille
l’avevan devastato, ed una torma
di ricordi mi accende e di faville.
Era venuto a me con l’amico Aldo
anch’egli autor di un libro caposaldo[2].

 
[1] Con rigore critico. Trattasi dell’ampia opera monogra­fica, con Presentazione dell’on. Franco FROIO, scritta da Carlo Muzzì e Marino Sannia, dal titolo San Pantaleone a Montauro e nel mondo, Torino, 1997.
[2] Padre Aldo Mercurio, autore della pregevole opera monografica intitolata San Pantaleone Martire. Lettura storica teologica spirituale, Catanzaro, 2005.

Prezzo ebook: 5.90 €. Scontato 4.9 €

Ricerca





Vai al Carrello

Il carrello è vuoto.


Accesso Autori







Iscriviti alla

Newsletter